“Greta Thunberg viaggia nel tempo”: La folle teoria che nasce da una foto

27 Novembre 2019
43 Visualizzazioni

Negli ultimi giorni sta circolando una foto risalente al 1898, scattata in Klondike, in cui è ritratta una ragazzina che assomiglia molto all’attivista svedese: sui social hanno preso piede le teorie più disparate (e bizzarre)

l tempo del web basta una semplice foto a scatenare il popolo dei social, che spesso si rende protagonista ed autore di teorie strampalate o quantomeno inverosimili. L’ultima protagonista di queste “follie” virali è Greta Thunberg, la giovane attivista svedese divenuta celebre in tutto il mondo per la sua battaglia contro i cambiamenti climatici. Una ragazzina di 16 anni che, secondo alcuni utenti social, potrebbe invece averne 137 e sarebbe in grado di viaggiare nel tempo.

Ma come nasce questa bizzarra tesi? Tutto ha inizio con una foto della University of Washington Libraries che nelle ultime ore ha circolato molto sui social network. Nello scatto, realizzato nel 1898, sono ritratti tre bambini in una miniera d’oro in Klondike. A destare scalpore è la ragazzina sulla sinistra, che ha dei tratti somatici molto simili a quelli di Greta. Un curioso caso di somiglianza e nulla più, almeno per la maggior parte degli utenti sani di mente, ma non per tutti. Infatti c’è chi grida al complotto spazio-temporale, che ha dato vita a numerose teorie.


C’è chi ipotizza si tratti di un fotomontaggio, una fake news, e chi la descrive come una “viaggiatrice nel tempo”. “E’ venuta dal passato a salvarci dai cambiamenti climatici” twittano in molti, che un’altra utente definisce “boccaloni“, mentre c’è chi ‘cinguetta’ con maggiore ironia “ha saltato la scuola per protestare contro l’uso di Photoshop”. “La verità è che Greta è l’ultima degli immortali” scrive un ragazzo. E la risposta arriva a colpi di tweet. “Ci vogliamo credere” gli rispondono cinguettando in coro.

L’immagine scattata in Klondike nel 1898 tratta dagli archivi dell’Università di Washington (FOTO ANSA)“

Fonte :

Today

Tutti gli articoli presenti sono provvisti di relativa fonte. Ovviamente non rispecchiano nulla che abbia passato il metodo scientifico. Non funzionano.Il consiglio che vi do è di affidarvi sempre e comunque alla scienza ufficiale. "Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)

Lascia un Commento